Alla (ri)scoperta dell'Abruzzo: viaggio tra vitigni autoctoni e potenzialità nascoste

Alla (ri)scoperta dell'Abruzzo: viaggio tra vitigni autoctoni e potenzialità nascoste

Martedì 20 novembre una serata dedicata all'Abruzzo, tra vitigni autoctoni e tipologie differenti. Guidati dal sommelier Davide Gilioli scopriremo le potenzialità vitivinicole, in parte nascoste, di questa regione

INFORMAZIONI

Pavia

Martedì 20 Novembre 2018

Pavia, Polo Tecnologico di Pavia, via F.lli Cuzio, 42

Costo del corso 25 euro soci, 35 euro non soci

Orario
dalle 21:00

Per informazioni
Telefono: 3483105451
E-mail: benedetto.gareri@aislombardia.it
Pagina Facebook

L’Abruzzo presenta un territorio estremamente eterogeneo: in poche decine di chilometri è possibile spaziare dalla costa adriatica ai picchi appenninici del Gran Sasso e della Maiella, creando nella fascia collinare e sub-collinare, situata a soli 30-40 km dal mare, il giusto ambiente per le due colture mediterranee per eccellenza: la vite e l’ulivo. 

Regione storicamente votata all’agricoltura e alla pastorizia, negli anni Novanta - grazie alla lungimiranza di alcuni storici produttori che hanno saputo valorizzarne i due vitigni simbolo: trebbiano e montepulciano - si è finalmente affacciata sulla scena mondiale, iniziando una lunga ma costante crescita verso la qualità.

Vigneti con vista della MaiellaLa crescente consapevolezza nei propri mezzi e un’adeguata integrazione tra piccole aziende artigiane (soprattutto nel teramano e nel pescarese) e le grandi cooperative (nel chietino) ha portato al recupero di altri vitigni locali, sulla via dell’abbandono, che stanno conquistando sempre di più consumatori, critici e appassionati: parliamo di pecorino, passerina, cococciola, montonico.

Ma l’Abruzzo è anche terra di grandi rosati: in alcune zone dell’entroterra, dove le uve di montepulciano non riescono a raggiungere la piena maturità come sulle zone costiere, le condizioni pedoclimatiche hanno favorito la produzione del Cerasuolo d’Abruzzo, che riesce a coniugare la struttura e il carattere rustico di questo vitigno con l’eleganza e la freschezza donata dai terreni calcarei delle aree pre-appenniniche.

Davide Gilioli, con la sua passione per i vitigni autoctoni, ci condurrà in una serata alla scoperta delle potenzialità vitivinicole abruzzesi, in gran parte ancora nascoste, condita da aneddoti curiosi e da piccole incursioni su abbinamenti con le tipicità gastronomiche locali.

Vi aspettiamo numerosi!

Vini in degustazione

  • Vino Spumante Brut Voilà - Azienda Casal Thaulero 
  • Terre di Chieti I.G.T. Pecorino Aufinum 2016 - Cantina Valle Tritana
  • Montepulciano d’Abruzzo DOC Ottobre Rosso 2016 - Tenuta I Fauri
  • Montepulciano d’Abruzzo DOC Rubesto 2013 - Cantina Frentana
  • Montepulciano d’Abruzzo DOC Vigna Vetum 2013 - Azienda Terzini
  • Montepulciano d’Abruzzo Riserva DOP Duca Thaulero 2011 - Azienda Casal Thaulero

Davide GilioliConduce la serata

Davide Gilioli nasce nel 1981 a Ferrara, dove inizia a lavorare nel settore della finanza. Rimane quasi totalmente estraneo al mondo del vino fino all’età di 26 anni, quando viene coinvolto da amici in degustazioni amatoriali. Nel 2009 si iscrive al primo livello del Corso per Sommelier presso la delegazione AIS di Ferrara (“solo perché a 200 metri da casa...”) e fu subito travolgente passione... Trasferitosi a Milano per lavoro, termina qui il corso conseguendo il titolo di Sommelier nel 2012 e di Degustatore Ufficiale nel 2014, anno dal quale collabora con AIS Lombardia per i progetti delle guide Vitae e Viniplus. Sostenitore delle tradizioni eno-gastronomiche locali, ha prevalentemente orientato la sua passione alla valorizzazione dei vitigni autoctoni e delle zone vitivinicole ritenute “minori”. È relatore abilitato per il secondo livello per la lezione su Emilia-Romagna e Marche.

Quando

Martedi 20 novembre, ore 21:00

Dove

Pavia | Polo Tecnologico di Pavia, via F.lli Cuzio, 42

Costo

25 euro soci in regola con la quota associativa AIS Nazionale per l’anno 2018; 35 euro non soci.
Per i soci: si prega di presentarsi muniti di tessera, che sarà richiesta all’ingresso

Per informazioni e prenotazioni

Benedetto Gareri | benedetto.gareri@aislombardia.it

Cell.: 348 3105451

Pagamento con bonifico su:

Codice IBAN IT58A 05696 01612 00000 9936X02 

Codice BIC/SWIFT POSOIT22XXX 

Intestazione: ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER LOMBARDIA

Banca Popolare di Sondrio 75 - MILANO - AGENZIA N. 13 REPUBBLICA

Si prega di specificare nella causale il riferimento al titolo dell’evento e di inviare quindi per mail conferma dell’avvenuto pagamento, indicando gli estremi del bonifico