home > news dai consorzi della lombardia > consorzio franciacorta. il punto del 2016 nell'assemblea dei soci di fine anno

Stampa

News dai Consorzi della Lombardia

Consorzio Franciacorta. Il punto del 2016 nell'assemblea dei soci di fine anno

di Redazione - 15 dicembre 2016 © AisLombardia.It RIPRODUZIONE RISERVATA

Le considerazioni del Consorzio Franciacorta nell'Assemblea Generale dei Soci a chiusura del 2016. Vendite +7%, export +16%, Italia +5,5%. Cresce il numero di soci al Consorzio.

Comunicato Stampa Consorzio Franciacorta

Franciacorta“Ho iniziato il mio mandato con grandi speranze e posso dire, oggi, che i mesi trascorsi sono stati all’altezza di quanto auspicato. Numerosi progetti sono stati intrapresi, alcuni sono in fase conclusiva, altri ancora sono in fase di definizione. Ma i sentori del mercato restano favorevoli e ci sostengono nella certezza che le ambizioni della Franciacorta stiano rivelandosi fondate e concretamente attuabili.”

Con queste parole il Presidente Vittorio Moretti ha aperto l’assemblea ordinaria dei soci del Consorzio Franciacorta di fine anno, tenutasi oggi ad Erbusco alla presenza di imbottigliatori, viticoltori e vinificatori.

Il 2016 è stato per Franciacorta un anno eccezionale sia sul fronte commerciale che dell’immagine: il risultato di anni di impegno costante sul territorio nazionale ed internazionale.

La qualità dei prodotti Franciacorta viene sempre più apprezzata, in primis dagli esperti, che dedicano sempre più spazio alle nostre etichette sulle varie Guide di settore e dai consumatori.

Lo dimostra anche la propensione al brindisi degli italiani, una indagine dell'Osservatorio del Vino rivela che l'85% degli italiani ha consumato vino almeno in una occasione e tra questi il 47% beve vino almeno una volta a settimana. Dall'indagine, condotta su un campione di 1.700 intervistati, emerge che nei consumi fuori casa il Franciacorta raccoglie il 20% delle preferenze.

I dati condivisi in Assemblea hanno confermato l’andamento positivo delle vendite di Franciacorta, con un 2016 conclusosi ad un +7% rispetto al 2015. Le performance dell’export, in particolare, sono state eccellenti, con una crescita superiore al 16% rispetto all’anno precedente, con un trend di crescita che ha coinvolto tutti i principali Paesi, riconfermando il Giappone al primo posto.

Anche il panorama italiano, pur avanzando a ritmi meno sostenuti, registra un +5,5%. Sono degne di nota le performance di Rosé e Satèn, che sono aumentate di circa il 20%. Ma oltre ai numeri, è la notorietà del Brand Franciacorta a far proseguire il Consorzio e i suoi associati con maggior convinzione e determinazione, perseguendo la strada del legame indissolubile tra il territorio e il vino.

Si registra anche una crescita delle adesioni dei soci che nell’ultimo anno da 112 sono divenuti 117, dimostrazione del fatto che Franciacorta continua a crescere richiamando nuovi giovani imprenditori. Nell’interesse di rafforzare il Franciacorta quale simbolo del Made in Italy nel mondo, sono state confermate le attività di promozione e comunicazione con Giappone e Germania, mentre sono cresciute quelle negli Stati Uniti, grazie alla collaborazione con brand ambassador e le diverse associazioni di sommelier americane. Il prossimo anno anche Svizzera e Inghilterra saranno coinvolte tra le attività di promozione all’estero.

Il 2016 ha visto inoltre l’approvazione da parte della giunta regionale del PTRA, Piano Territoriale Regionale d'Area Franciacorta. L’obiettivo del Piano è dare vita ad un percorso condiviso di sviluppo socio-economico e di qualificazione del territorio che sappia valorizzare l’identità del “Sistema Franciacorta” in un’area territoriale di assoluto pregio ambientale e culturale. Nel corso del 2016 è giunto a conclusione anche il lungo iter amministrativo per dotare il Consorzio Franciacorta di una nuova sede, che fosse in linea con l’immagine e le necessità operative consortili. I lavori di costruzione verranno quindi intrapresi nel 2017.

Oltre a rinnovarsi esteriormente, il Consorzio ha agito anche in profondità, con una importante revisione del Disciplinare, che dovrebbe diventare operativo entro i primi mesi del 2017. Questo è un forte segno che testimonia la volontà di non accontentarsi dei successi ottenuti, ma di essere sempre propositivi ed attenti alle possibilità future e a migliorare. Franciacorta è anche sinonimo d’innovazione e capacità di affiancare, all’amore per il proprio territorio e la sua splendida natura, la tensione al cambiamento, per garantire una produzione vinicola di primissima qualità, capace di differenziarsi in qualsiasi momento dal resto del mercato.