home > notizie > ais cremona-lodi | pilzwiderstandfähig: i vitigni piwi e i vini naturali di niedermayr

Stampa

Notizie

AIS Cremona-Lodi | Pilzwiderstandfähig: i vitigni PIWI e i vini naturali di Niedermayr

di AIS Cremona-Lodi - 04 ottobre 2018 © AisLombardia.It RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 25 ottobre, una serata alla scoperta dei vini da vitigni PIWI, resistenti alla malattie fungine e nati da incroci realizzati in vigneto tra varietà europee, americane e asiatiche. Un’occasione imperdibile per lasciarsi guidare direttamente dal produttore alla scoperta di come l’innovazione anche in viticoltura possa essere al servizio della sostenibilità e dell’amore per la terra

Piwi_AISCremonaLodiSin dal 1991 l’azienda ha gestito vigna e cantina in biologico, tanto da decidere di aderire a Bioland Südtirol, ovvero la filiale altoatesina dell’omonima associazione tedesca, che ha un disciplinare di produzione molto rigido che prevede di mantenere anche l’equilibrio della vita naturale del suolo.

Uno dei primi produttori in Italia ad interessarsi dei vitigni PIWI, già nel 2003 fonda insieme ad altri 13 viticoltori PIWI Südtirol, con il fine di promuovere la ricerca e l’utilizzo dei vitigni resistenti.

Con Thomas Nydermayr, classe 1986, faremo un viaggio nel futuro prossimo della viticoltura moderna, condotta in campo e in cantina sotto il segno del minimo impatto ambientale. Racconterà la sua esperienza di vignaiolo a contatto con questi vitigni, che consentono di ridurre al minimo l’impatto ambientale e la gestione della cantina fatta di fermentazioni spontanee, senza controllo di temperature, lieviti indigeni, nessuna chiarifica e pochissima solforosa.

Nella tenuta Hof Gandberg di Thomas i PIWI occupano un posto di riguardo, vengono coltivati i bianchi Solaris, Bronner, Sovignier gris e Muscaris, mentre i protagonisti tra i rossi sono il Cabernet Cantor e il Cabernet Cortis. 

Varietà con nomi esotici, nate grazie alla collaborazione con l’istituto Statale Agrario di Friburgo che per decenni ha ricercato una risposta naturale alle malattie della vite, in grado di regalare sensazioni e profumi originali, capaci di rispecchiare fedelmente l’andamento delle stagioni e di distinguersi per una sorprendente bevibilità, conservando l’innata eleganza altoatesina.

Vini in degustazione

  • T.N. 04 Bronner 2016 (magnum)
  • T.N. 14 Solaris 2016
  • T.N. 99 Sonnrain 2016 (magnum)
  • T.N. 06 Abendrot 2015
  • T.N. 11 Gandfels 2015
  • T.N. 16 Souvignier Gris 2017

Dove e Quando

Hotel Vecchio Casello – Via Solferino, 164, 26012 Castelleone (Cr)

Giovedì 25 ottobre – Ore 20,30

Costi

Soci AIS 30€ - Amici e Simpatizzanti 35€

Per informazioni e prenotazioni

Attilio Marinoni | attilio.marinoni@aislombardia.it | 335.7357366