home > racconti dalle delegazioni > viaggio nel mondo dei vini altoatesini

Stampa

Racconti dalle delegazioni

Viaggio nel mondo dei vini altoatesini

di Matteo Radaelli - 04 ottobre 2018 © AisLombardia.It RIPRODUZIONE RISERVATA

Un piccolo territorio ricchissimo dal punto di vista vitivinicolo raccontato da un relatore di eccezione quale Nicola Bonera ha inaugurato la stagione di eventi della Delegazione di AIS lecco, vestita di nuovo

Una grande serata che ha visto coinvolto il nuovo gruppo di lavoro guidato dalla neo delegata Rossella Ronzoni. La serata inizia con un’introduzione ai vitigni altoatesini dove più del 55% dei vigneti sono coltivati a uve bianche, una percentuale in continuo aumento. Fra le varietà più diffuse spiccano pinot grigio, gewürztraminer, chardonnay e pinot bianco, che da sole rappresentano il 70% di tutti i vini bianchi prodotti. Un ruolo rilevante è tuttavia svolto anche da vitigni come sauvignon, müller-thurgau, sylvaner, kerner, riesling e veltliner.

Fra i vini rossi, oltre alle due varietà autoctone schiava e lagrein, anche gli altri vitigni classici come pinot nero, merlot, cabernet sauvignon e franc si sono ambientati ormai da più di un secolo in Alto Adige, dove hanno trovato condizioni ambientali ottimali. 

AIS Lecco - I vini altoatesini con Nicola Bonera

I vini della serata

Pinot Bianco Platte & Riegl 2015 - Cantina Girlan

Un pinot bianco ottenuto selezionando le migliori uve coltivate nell’Oltradige a circa 450-550m s.l.m in vigneti ben areati. La combinazione diversa dei terreni di produzione, dall’argilla, al calcareo e ghiaioso, conferiscono al vino un carattere unico. La vendemmia avviene manualmente in piccoli contenitori per il trasporto in cantina. Dopo una pigiatura soffice a grappolo intero avviene la sfecciatura per sedimentazione naturale del mosto. Il 50% del mosto viene fermentato a temperatura controllata in tini d’acciaio inox, ed il 50% viene fermentato in grandi botti di rovere (50hl). Dopo la fermentazione alcolica per la parte in legno avviene la malolattica. Affinamento sui lieviti fini per 8 mesi.  Profumi minerali, agrumati e floreali; un vino nel complesso delicato, fresco ma allo stesso tempo pieno, adatto per svariate occasioni: una perfetta introduzione all’Alto Adige.

Müller Thurgau Pursgla 2016 - Josef Weger

Piccola cantina localizzata nel comune di Cornaiano. Il vigneto con coltivazione a guyot e pergola, è situato in collina a 600m s.l.m nella Bassa Atesina. La vendemmia avviene a circa metà settembre e la vinificazione delle uve in serbatoi di acciaio a temperatura controllata. Dopo la fermentazione, il vino matura sui propri lieviti per alcuni mesi All’esame visivo, giallo paglierino con riflessi ancora verdognoli. Al naso le note sono aromatiche con richiami di fiori di sambuco. In bocca, secco, fresco e di buona struttura con un finale piacevolmente fruttato.

Sauvignon Sanct Valentin 2016 - Cantina St. Michael – Eppan

Un grande sauvignon, ormai simbolo della cantina di San Michele Appiano. Prima annata nel 1989 ai piedi della Mendola. Vigneti da 10 a 28 anni che riescono ogni anno ad esprimere al meglio questo vitigno. Localizzati a San Michele e Appiano Monte (450-600m) con esposizione Sud/Est su terrine ghiaiosi a contenuto calcareo. Vendemmia 2016 effettuata da fine settembre a inizio ottobre con raccolta e selezione manuale delle uve. La quota maggiore (90%) è fatta fermentare in tini d’acciaio, nei quali il vino giace sui lieviti fino a fine aprile. La parte rimanente è vinificata e affinata in legno. Fresco, di corpo, morbido, profumato ed elegante. Un classico della zona che regala sempre emozioni. Aromi varietali molto espressivi di frutta gialla, sambuco ed erbe aromatiche sorretti da una buona freschezza, piacevole ed equilibrato. AIS Lecco - I vini altoatesini con Nicola Bonera

Kalterersee Classico superiore Pfarrhof 2016 – Cantina Kellerei Kaltern

Ottima espressione di un vitigno autoctono dell’Alto Adige: la schiava. Età delle viti dai 30 ai 70 anni. Uve selezionate da vigneti di vecchie vigne a St. Josef con esposizione a sud ad una altezza compresa tra i 230 e i 500 s.l.m. La fermentazione avviene con maturazione sulle bucce di 10 giorni a 25°C. Dopo la malolattica avviene una maturazione sulle fecce per sei mesi in cemento e grandi botti di legno.  Vino rosso fresco e leggero che riesce ad esprimere al meglio il vitigno a bacca rossa autoctono dell’Alto Adige: la Schiava. Delicati profumi di ciliegia, frutta rossa fresca e mandorla. In bocca è nitido, scorrevole, beverino di buona freschezza ed equilibrio.

Pinot nero Blauburgunger 2016 - Muri Gries

Una grande espressione di pinot nero dell’Alto Adige. Queste uve crescono nei vigneti di Appiano, Caldaro e Bolzano ad una altitudine di 400m e oltre su terreni sabbiosi e di ghiaia calcarea con esposizione sud est. Dopo 10 giorni di fermentazione alla temperatura controllata di 27°C in acciaio inox, questo vino matura in grandi botti di legno da 30-50hl per almeno 5 mesi. Un colore rosso rubino intenso, scuro e brillante. Al naso note fruttate di ciliegia matura, ribes, more e lamponi, speziato e complesso. In bocca ci regala tannini persistenti, viva acidità ed eleganza.

Lagrein Riserva Taber 2014 - Cantina Produttori Bolzano

Per questo meraviglioso Lagrein Riserva vengono utilizzate solamente uve selezionate che ci regalano un vino che negli anni si è guadagnato fama e ammiratori. Un simbolo e un’ icona dei legrein. Vigneti di circa 80 anni con terreni caldi, alluvionati situati a Gries/Bolzano a circa 250m s.l.m. La vendemmia avviene da fine settembre a metà ottobre seguita da una fermentazione in botti di legno e affinamento per circa un anno in barrique francesi.  La serata si è conclusa in maniera ottimale con un vino che riassume ed esprime al meglio le caratteristiche della regione. Un rosso vivace con forti sentori di ciliegie, frutti di bosco maturi, violette, vaniglia e cacao. Intenso, persistente con elegante freschezza dei tannini. Una grande serata, che inaugura una stagione ricca di eventi per tutti i soci e simpatizzanti. 

La delegazione di Lecco infatti non perde tempo ed è già pronta a regalarvi un altro incontro con un relatore di eccezione: Samuel Cogliati. Appuntamento il prossimo Mercoledì 17 ottobre sempre all’Hotel San Martino di Garbagnate Monastero con i vini del Sud-Ovest della Francia. Una serata per scoprire un territorio di grande fascino con 8 vini, alla cieca, in degustazione.