Il Ritrovino. Incontri e confronti | Il Moscato d’Asti e quella disattesa aspettativa nell’attesa

Il Ritrovino. Incontri e confronti | Il Moscato d’Asti e quella disattesa aspettativa nell’attesa

Una tipologia di vino intorno alla quale confrontarsi e tanta voglia di condivisione. Il nuovo appuntamento del ciclo di incontri on-line dal titolo “Il Ritrovino. Incontri e confronti” vedrà come protagonista il Moscato d’Asti e, naturalmente, i partecipanti, con i loro racconti e commenti. A moderare l’incontro il sommelier Davide Garofalo.

INFORMAZIONI

Ais Lombardia

Lunedì 29 Marzo 2021

Zoom, On-line

Costo 10 € - Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale 2021

Orario
dalle 20:30 alle 22:00

Ritrovarsi con un calice di vino in mano, discutendo di vitigni, territori, annate e produttori, confrontandosi e scambiandosi pareri e opinioni, è uno dei momenti che più appassiona tutti gli amanti del nettare di Bacco.

Lo faremo on-line con il ciclo di incontri dal titolo: “Il Ritrovino. Incontri e confronti”. Il protagonista sarà naturalmente il vino, ma anche, e soprattutto, i partecipanti, con il racconto di ciò che trovano nel loro bicchiere condividendo sensazioni ed emozioni con il gruppo che ogni volta si formerà. Insieme a loro un moderatore coordinerà l’incontro, ovviamente in compagnia di un calice di vino.

Il tema del Ritrovino

“Il Moscato è il miglior vino da dessert al mondo”. Lo sosteneva con fermezza anglosassone Sir Michael Broadbent, scrittore, direttore della casa d’aste Christie’s nonché presidente dei Masters of Wine di Londra. Insomma, senza troppi giri di parole, un’icona planetaria nel mondo della critica enoica. Il Moscato d’Asti ne aveva conquistato a tal punto il prodigioso palato, e forse sentimentalmente non solo quello, da essere meritevole di presenziare, senza timori reverenziali, agli sfarzosi festeggiamenti in occasione del suo novantesimo compleanno.

Basterebbe questa sorta di certificato di eccellenza per consacrare il successo di un vino dolce semplice, di timida gradazione alcolica e dalla sbarazzina effervescenza, ma così non è, stando a ciò che sentenzia quel giudice pervicace che è il mercato del gusto, più che il gusto del mercato.

Eppure, nel Moscato d’Asti c’è di più. Un profilo segreto, un’indole di sorprendente complessità che si svela e si concede a chi sa ascoltarlo, attenderlo, magnificarlo con le premure che si devono a un grande e nobile vino. E liberandolo, finalmente - ove la selezione produttiva lo renda possibile nelle più attente, accurate e minuziose espressioni territoriali e artigianali - dal giogo dei forzosi corteggiamenti alle auree paste lievitate e alle rutilanti preparazioni a base di frutta.

Nel momento della scelta dell’etichetta che si avrà il piacere di degustare durante la serata, l’invito è pertanto di preferire un millesimo precedente all’annata in corso (2020), per consentire al delizioso nettare di pavesiana memoria, di raccontare se stesso, con voce più distesa e riflessiva, foriero di insospettabili attitudini gastronomiche.

Come funziona

 -  Acquista una bottiglia di Moscato d’Asti DOCG del produttore che desideri;

 -  Scegli un millesimo precedente all’annata in corso, vale a dire il 2020;

 -  Usa preferibilmente un calice da vini bianchi, non molto ampio o panciuto ma slanciato e stretto. Il calice AIS, per esempio, è ideale;

 -  Metti la tua bottiglia in fresco e il giorno della degustazione, all’inizio dell’incontro, versa il vino nel tuo calice a una temperatura di circa 8-10°C;

 -  Mentre partecipi a Ritrovino, tieni acceso il microfono e la telecamera.

Il moderatore

Davide Garofalo, direttore creativo di professione, è responsabile artistico della rivista e della guida Vitae. Sommelier e grande appassionato del mondo del vino e della gastronomia, collabora come ideatore e relatore in numerosi eventi legati alle degustazioni e all’abbinamento cibo-vino.

Quando

Lunedì 29 marzo 2021 - ore 20.30 | 22.00

Costo e partecipazione

10 € - evento riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale 2021

Iscrizioni aperte dal 23 marzo

Posti disponibili: 25

Prenotazioni

Dopo l’iscrizione on-line sul sito di AIS Milano (www.aismilano.wine) sarà comunicato il link per partecipare all’evento attraverso il sistema di videoconferenza Zoom.