Il Moscato di Scanzo

Il Moscato di Scanzo

Lunedì 11 febbraio a Monza sarà di scena un vino lombardo unico, protagonista dalla più piccola Docg d’Italia: il Moscato di Scanzo. Una serata di grande approfondimento con 6 vini e 6 produttori presenti in sala, guidati dal sommelier Francesco Albertini

INFORMAZIONI

Monza e Brianza

Lunedì 11 Febbraio 2019

Monza, Hotel de la Ville Monza Viale Regina Margherita di Savoia, 15

Costo Soci AIS 35 euro | Accompagnatori 50 euro

Orario
dalle 21:00

Per informazioni
E-mail: eventi@aismonza.it

Il Moscato di Scanzo è un moscato passito a bacca rossa coltivato su un territorio di soli 31 ettari. La produzione, limitatissima, lo rende un prodotto di nicchia, esclusivo e ricercato.

Avremo con noi il Presidente del Consorzio di Tutela del Moscato di Scanzo e alcuni produttori che ci aiuteranno a conoscere tutte le sfumature di questo vino unico e inconfondibile al palato.

È ottenuto dall’omonimo vitigno coltivato esclusivamente nel comune di Scanzorosciate, nella provincia di Bergamo. Dopo la vendemmia, le uve, meticolosamente selezionate, vengono poste in appassimento per un minimo di 21 giorni. Il disciplinare di produzione, prevede che per almeno 2 anni, il prodotto rimanga in vasche d’acciaio per affinare le sue qualità; verrà conservato poi in bottiglia anche per diversi anni.

Durante la serata verrà presentato il nuovo bicchiere ufficiale che, dopo diversi anni di ricerca, è stato identificato quale calice, unico nella sua forma, utile alla degustazione appropriata e corretta dell’unico moscato passito rosso d’Italia.

Vini in degustazione

  • La Corona, Moscato di Scanzo DOCG 2015
  • Locatelli Caffi, Moscato di Scanzo DOCG 2015
  • De Toma, Moscato di Scanzo DOCG 2015
  • Biava, Moscato di Scanzo DOCG 2013
  • Martini, Moscato di Scanzo DOCG 2012
  • Fejoia, Moscato di Scanzo DOCG 2010

Conducono la serata

Saranno presenti i sei produttori: Paolo Russo dell’azienda La Corona nonché Presidente del Consorzio di Tutela, Emanuele Biava dell’azienda Biava, Ippolita Lucchetti dell’azienda Martini, Diego Locatelli Caffi dell’azienda Locatelli Caffi, Alessandro De Toma dell’azienda De Toma, Stefano Locatelli dell’azienda Fejoia.

I vini saranno degustati da Francesco Albertini, 58 anni, milanese, docente universitario, sommelier dal 2003 e degustatore ufficiale dal 2009. Ha iniziato ad interessarsi al vino nel 1996 e, da allora, passione e curiosità non si sono mai attenuate, anzi!

Per informazioni e iscrizioni

  • Emaileventi@aismonza.it
  • Quota di partecipazione: Soci AIS in regola con la quota associativa: € 35,00 Non soci AIS: € 50,00
  • Posti disponibili: n. 50