Verticale Pinot Nero Tassodine

Verticale Pinot Nero Tassodine

Il vino voluto e dedicato da Giuseppe Magni a Francesco Arrigoni, degustato e spiegato da Elio Ghisalberti

INFORMAZIONI

Bergamo

Mercoledì 20 Marzo 2019

Presezzo (BG), Hotel Settecento, via Milano 3

Costo SOci Ais 25 euro | Accompagnatori 30 euro

Orario
dalle 20:30

Per informazioni
E-mail: luigi.mascheretti@aislombardia.it

Ricordi piacevoli fanno risalire al giorno del primo brindisi dell'attuale gruppo della Delegazione AIS di Bergamo, l'incontro con il produttore Giuseppe Magni.
Succedeva nel luglio 2014, in una serata comunque calda, anche se anticipata da un temporale non proprio fragile, immersi in un panorama estremamente bucolico poiché ospiti della struttura all'interno del parco di Carvico, in un momento di euforica festa dove ognuno di noi voleva aprire la bottiglia da offrire in dono ai compagni di squadra; quando ci siamo visti avvicinare da un uomo mite nello sguardo e nel portamento che in mano teneva due bottiglie.

Poche parole dettate più dal cuore che dall'occasione: "Da un amico ho saputo che sareste arrivati voi sommelier e visto che è da poco tempo che sto provando a fare vino, in un terreno poco lontano da qui, mi piacerebbe capire se sto facendo bene".

Nessun'altra richiesta, se non quella di lasciare le bottiglie ed andarsene, in modo quasi schivo, tipico delle persone che ancora intendono per vero rispetto, il non arrecare disturbo.
Qualche giorno dopo, di quell'uomo che inizialmente non avevamo associato alla figura già nota, sapevamo tutto.

Alla fine degli anni '90, dopo un passato nella commercializzazione nazionale di dischi e dvd, Giuseppe acquista un terreno arroccato sopra Villa d'Adda, dove la mattina presto o la sera tardi, oltre al gomitolo di bruma che si alza dell'Adda, non è raro vedere qualche tasso; da lì per l'appunto, il nome "Tassodine".

Il posto è impervio ed incolto da anni, tanto che per la bonifica servono prima squadre di boscaioli e poi di uomini capaci di ripristinare il fondo agricolo; che durante il suo disossamento in tutta la sua complessità di argilla ed arenaria appare come un'illuminazione al compianto grande giornalista enogastronomico Francesco Arrigoni, da sempre amico di Magni. 

Da lì le discussioni sul genere di impianti, Giuseppe vorrebbe chardonnay e merlot, Francesco insiste per il pinot nero.  Alla fine Giuseppe accoglie il suggerimento e grazie a Francesco procura le ultime 4.000 barbatelle, a portainnesto debole, di un vivaista di Canderc.

Dopo tanti esperimenti il primo imbottigliamento, che purtroppo Francesco non riuscirà a degustare, risale al 2009; da lì la fama del pinot nero di Villa d'Adda, complice la sempre viva figura di Arrigoni, nel nome del quale, ogni anno le eccellenze enogastronomiche stellate locali e nazionali istituiscono un premio dedicato al sociale, ed al quale il vino è dedicato, non conosce arresto.

Considerata la storia di questo vino, sette diverse annate di Tassodine, non potevano che essere raccontate, oltre che da Giuseppe, anche dall'altro grande giornalista enogastronomico orobico: Elio Ghisalberti.

Ghisalberti, amico di Arrigoni che vede parte della nascita della sua passione per l'enogastronomia, anche grazie alla frequentazione condivisa da entrambi, di Veronelli. Ghisalberti ideatore della kermesse enogastronomica Gourmarte, oggi firma la pagina  "Sapori e piaceri" dell'Eco di Bergamo e negli anni ha collaborato alla realizzazione di pubblicazioni quali "I vini d'Italia" de l'Espresso e  "Gambero Rosso", ha fondato e diretto il mensile "De Gustibus" e dal 1998 è membro del direttivo per la guida dell'Espresso "Ristoranti d'Italia".

Bergamo, Vi aspetta numerosi!

Vini in degustazione

  • Tassodine Pinot Nero 2016
  • Tassodine Pinot Nero 2015
  • Tassodine Pinot Nero 2014
  • Tassodine Pinot Nero 2013
  • Tassodine Pinot Nero 2012
  • Tassodine Pinot Nero 2011
  • Tassodine Pinot Nero 2010

In abbinamento sarà servita una selezione di formaggi locali di capra, simile per storia e vicissitudini al vino protagonista della serata.

 

Contributo aggiuntivo alla realizzazione della serata, euro 25 Soci Ais, euro 30 non Soci.

DOVE E QUANDO 

HOTEL SETTECENTO, via Milano 3, Presezzo  (Bg)

MERCOLEDÌ 20 MARZO 2019, h 20.30

Per informazioni e prenotazioni 

Roberta Agnelli | roberta.agnelli@aislombardia.it | 3477321538

Luigi Mascheretti | luigi.mascheretti@aislombardia.it | 3492676432