Castelfeder e i suoi pinot nero

Castelfeder e i suoi pinot nero

Una serata fortemente didattica, alla scoperta del pinot nero dell’Alto Adige. Avremo il piacere di ospitare la famiglia Giovanett, da oltre cinquant’anni proprietaria della cantina Castelfeder.

ACQUISTA

POSTI DISPONIBILI

Per effettuare l'acquisto è necessaria la registrazione al sito AisLombardia.It
Se ancora non l'hai fatto puoi registrati cliccando qui oppure accedi al tuo account cliccando qui

INFORMAZIONI

Monza e Brianza

giovedì 21 marzo 2024

Monza, Sede AIS Monza Brianza Via Borgazzi 83 (ingresso da via Gorizia)

Costo Soci AIS 40 euro

Orario
dalle 20:45

Per informazioni
E-mail: eventi@aismonza.it

La cantina, a conduzione familiare da tre generazioni, lavora uve provenienti da 70 ettari di vigneti, di cui il 30% coltivati a Pinot nero. E proprio grazie al fatto che la famiglia è proprietaria di vigne coltivate a pinot nero in diverse zone e a diverse altitudini, saremo in grado, con l’aiuto di Federico Bovarini, che condurrà la serata, un interessante approfondimento di come l’ambiente pedoclimatico possa influenzare le caratteristiche del pinot nero.

Avremo modo infatti, di degustare il pinot nero “Mont Mes”, da vigneti della Bassa Atesina, e poi tre vini da singola vigna, “Bucholz”, “Glen” e “Mazon”, per poi concludere con il Riserva “Burgum Novum” che matura 18 mesi in barrique, 12 in acciaio e 6 in bottiglia. Concluderemo con una vecchia annata a sorpresa proveniente dalla riserva personale della famiglia Giovanett.

Un’occasione unica per comprendere come il vitigno possa “leggere” il territorio dando luogo  a vini con sfumature anche sensibilmente diverse.

Vini in degustazione

  • Vigneti delle Dolomiti IGT Pinot nero Mont Mes 2022
  • Alto Adige DOC Pinot Nero “Bucholz” 2021
  • Alto Adige DOC Pinot Nero “Glen” 2021
  • Alto Adige DOC Pinot Nero “Mazon” 2021
  • Alto Adige DOC Pinot Nero Riserva “Burgum Novum” 2020
  • Vecchia annata a sorpresa

Conduce la serata

Federico Bovarini, classe 1992, è sommelier, degustatore e relatore AIS. Amante dell’Alto Adige come della Campania e conoscitore delle sfumature di questi territorio. Dopo aver conseguito il diploma di Master Sommelier ad Alma nel 2018 con una tesi sulla zonazione del Moscato di Scanzo, nel 2023 si è classificato al primo posto posto al concorso di Miglior Sommelier della Lombardia. Dopo svariate esperienze nel mondo della ristorazione stellata, oggi conduce un’attività commerciale e di consulenza ed eventi nel mondo del vino. Dal 2021 è Ambasciatore del Moscato di Scanzo.