Wine Top - Premier Grand Cru Classé di Bordeaux

Wine Top - Premier Grand Cru Classé di Bordeaux

Insieme a Luisito Perazzo, una serata straordinaria, dedicata alla conoscenza e alla degustazione di tutti e cinque gli Château che nel 1855 hanno ottenuto il massimo riconoscimento nella classificazione più importante e conosciuta di Bordeaux.

INFORMAZIONI

Monza e Brianza

venerdì 19 aprile 2024

Monza, Sede AIS Monza Brianza Via Borgazzi 83 (ingresso da via Gorizia)

Orario
dalle 20:45

Per informazioni
E-mail: eventi@aismonza.it

Nel 1855, in occasione dell’esposizione mondiale a Parigi, Napoleone III volle mostrare al mondo i migliori vini che la Francia e Bordeaux avevano da offrire. Chiese quindi alla Camera di commercio di Bordeaux di redigere un elenco sulla base del prezzo di vendita e della reputazione del vino nel periodo precedente l'esposizione. 60 Châteaux del Médoc e 1 di Graves furono inclusi nella lista, che fu divisa in cinque livelli:

  • Premier Grand Cru Classé
  • Deuxième Grand Cru Classé
  • Troisième Grand Cru Classé
  • Quatrième Grand Cru Classé
  • Cinquième Grand Cru Classé

Cinque Châteaux da allora hanno la classificazione Premier Cru: Château Lafite-Rothschild, Château Latour, Château Margaux, Château Mouton Rothschild (in realtà asceso da deuxieme cru a premier cru nel 1973) e Château Haut-Brion.

Questa classificazione è stata messa in discussione molte volte nel corso degli anni, eppure sembra resistere senza alcun cambiamento da quasi 170 anni.
Abbiamo deciso di concludere la “trilogia di Bordeaux “ con Luisito Perazzo organizzando una serata in cui si degusterà il meglio che Bordeaux possa offrire: i Premier Grand Cru Classé

Avremo la straordinaria occasione di assaggiare tutti e cinque gli Château che nel 1855 hanno ottenuto il massimo riconoscimento nella classificazione più importante e conosciuta di Bordeaux

Conduce la serata

Luisito Perazzo, Miglior Sommelier d’Italia nel 2005, Sommelier dell'anno 2006 e 2013, Miglior Sommelier di Lombardia nel 2004. Un percorso non convenzionale, con gli studi che dapprima prendono la via del Politecnico di Milano, poi l’incontro con il mondo del vino che diventa amore fulminante. Studia e arricchisce la conoscenza del vino che vira poi verso l’approfondimento dei distillati e delle bevande. Assoluto cultore della “sosta” a tavola, si distingue per una continua ricerca e miglioramento dell’esperienza dei suoi commensali. 

Le prenotazioni per questa serata saranno aperte a partire dal 19 marzo