La sfida degli Champagne: Blanc de Blancs contro Blanc de Noirs

La sfida degli Champagne: Blanc de Blancs contro Blanc de Noirs

Blanc de Blancs e Blanc de Noirs, cosa cambia dal punto di vista organolettico? Ce lo spiegherà Luisito Perazzo con una degustazione alla cieca per capire le differenze tra queste due tipologie di Champagne

INFORMAZIONI

Pavia

Mercoledì 03 Luglio 2019

Pavia, Polo Tecnologico di Pavia, via F.lli Cuzio, 42

Costo Soci Ais 45 euro, non soci 60 euro

Orario
dalle 21:00

Per informazioni
E-mail: benedetto.gareri@aislombardia.it

Champagne, il vino dei re e i re dei vini. Un’icona di stile assoluto.

Cosa rende lo Champagne unico e inarrivabile? I tre fattori che, congiuntamente, ritroviamo solo in quella regione: Histoir, Terroir e Passion. Citando Anselme Selosse: «il resto del mondo ha un po’ di Terroir e tanta Passion».

Chardonnay, pinot noir e meunier i vitigni principalmente impiegati, con l’aggiunta, talvolta, di arbanne, petit meslier, fromenteau e pinot blanc, che insieme non arrivano tuttavia alle 0.3% della superficie vitata.

Con il termine Blanc de Blancs intendiamo gli Champagne ottenuti da sole uve a bacca bianca, mentre con il termine Blanc de Noirs intendiamo quelli ottenuti con sole uve a bacca nera.

Cosa cambia dal punto di vista del profilo organolettico? Molto. 

Ma non sarà facile riconoscerli!

Guidati da Luisito Perazzo (che farà di tutto per tenderci trabocchetti e sviarci!), cercheremo di indovinare a quale delle due tipologie appartengono i sei vini della serata, che saranno serviti rigorosamente alla cieca.

Vini in degustazione

Tre Champagne Blanc de Blancs e tre Champagne Blanc de Noirs serviti alla cieca

Conduce la serata

Luisito Perazzo, Miglior Sommelier di Lombardia nel 2004, Miglior Sommelier d’Italia nel 2005, Sommelier dell'anno 2006 e 2013. Un percorso non convenzionale, con gli studi che dapprima prendono la via del Politecnico di Milano. Poi l’incontro con il mondo del vino che diventa amore fulminante. Assoluto cultore della “sosta” a tavola, si distingue per una continua ricerca e miglioramento dell’esperienza dei suoi commensali. Studia e arricchisce la conoscenza del vino che vira poi verso l’approfondimento dei distillati e delle bevande. Nel 2018 è stato insignito della onorificenza di Chevalier du Tastevin presso il Clos de Vougeot.

Quando

Mercoledì 03 Luglio, ore 21:00

Dove

Pavia | Polo Tecnologico di Pavia, via F.lli Cuzio, 42

Costo

45 euro soci in regola con la quota associativa AIS Nazionale; 60 euro non soci.


Per i soci: si prega di presentarsi muniti di tessera, che sarà richiesta all’ingresso

Per informazioni e prenotazioni

Benedetto Gareri | benedetto.gareri@aislombardia.it

Cell.: 348 3105451

 

Pagamento esclusivamente con bonifico su:

Codice IBAN IT58A 05696 01612 00000 9936X02 

Codice BIC/SWIFT POSOIT22XXX 

Intestazione: ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER LOMBARDIA

Banca Popolare di Sondrio 75 - MILANO - AGENZIA N. 13 REPUBBLICA

Si prega di specificare nella causale il riferimento al titolo dell’evento e di inviare quindi per mail conferma dell’avvenuto pagamento, indicando gli estremi del bonifico. Si prega di indicare nella mail di conferma anche i propri dati anagrafici (nome, cognome, indirizzo, codice fiscale) per facilitare la compilazione delle ricevute per i soci, delle fatture per i non soci