Champagne: la dimensione artigianale

Champagne: la dimensione artigianale

Con Samuel Cogliati alla scoperta dell'universo dei récoltant-manipulant dello champagne. Un seminario di grande approfondimento con 6 vini serviti alla cieca

INFORMAZIONI

Sondrio

Venerdì 25 Ottobre 2019

Sondrio, Grand Hotel della Posta, Piazza Garibaldi, 19

Costo 40 euro Soci Ais – 52 Euro Non soci Ais

Orario
dalle 20:30

Per informazioni
E-mail: elia.bolandrini@aissondrio.it

La Champagne rappresenta oltre 34mila ettari vitati nel nord-est della Francia e una fierezza smisurata per quest’origine unica e inimitabile. Paradigmaticamente, sono anche tre vitigni principali assemblati in proporzioni variabili, oltre a un metodo produttivo (la méthode champenoise) divenuto leggendario, e dunque impostosi nel mondo intero come la soluzione per antonomasia nella produzione di un grande vino spumante. 

Questo “impero delle bollicine” da oltre 300 milioni di bottiglie l'anno è tradizionalmente appannaggio di grandi e potenti maison, che da più di due secoli propongono sul mercato marchi di notorietà planetaria.

Esiste tuttavia anche una Champagne alternativa e complementare alle logiche dei grandi numeri: è una produzione affidata essenzialmente a qualche migliaio di piccoli vignaioli, perlopiù récoltant-manipulant, che danno un’interpretazione artigianale di questo spumante. Con l'obiettivo e l'auspicio di riavvicinarsi a una logica di terroir. 

È un'idea di questa Champagne sempre più in voga che scopriremo assieme a Samuel Cogliati, uno dei più profondi conoscitori di questo vino e di questa regione. 

In degustazione, 6 champagne selezionati dal relatore e serviti rigorosamente alla cieca

Il relatore

Samuel Cogliati, italo-francese (Lione, 1976), è editore, scrittore e consulente indipendente nel mondo del vino. Dal 2003 si occupa anche regolarmente di didattica. È il fondatore di Possibilia Editore(www.possibiliaeditore.eu) nonchél'editore-curatore della versione italiana del periodico franceseLeRouge&LeBlanc, di cui è membro associato. Tra i suoi libri spiccano le monografie dedicate proprio al re degli spumanti: “Champagne. L'immaginario e il reale” (2017), “Champagne. Vignaioli e vini” (2017), “Champagne. I vini fermi” (2018), “Champagne. Il sogno fragile” (2013, tradotto anche in francese), tutti usciti per Possibilia, oltre al suo lavoro di esordio “Champagne. Il sacrificio di un terroir” (Porthos Edizioni, 2008).  

Il seminario che prevede la sola degustazione, si svolgerà a Sondrio presso il Grand Hotel della Posta in piazza Garibaldi 19, venerdì 25 ottobre con inizio alle ore 20,30.

Il contributo di partecipazione, grazie alla vicinanza di AIS Regione Lombardia alle Delegazioni, è di 40,00 euro per i soci, di 52 euro per i non soci.

Posti disponibili 25 –28. Le iscrizioni saranno garantite in base alla data di prenotazione al seminario, fino all’esaurimento dei posti.

Iscrizioni entro e non oltre lunedì 21 ottobre

Le prenotazioni sono sempre impegnative e devono pervenire all’indirizzo di posta elettronica elia.bolandrini@aissondrio.it  oppure direttamente sul sito online www.aissondrio.it alla pagina EVENTI.

Chi fosse impossibilitato a partecipare DEVE disdire almeno 3 giorni prima della manifestazione (o trovare un sostituto); in caso contrario gli verrà ugualmente addebitato il relativo importo. Per informazioni telefonate al numero 335 7357380.

Al termine della serata vi verrà rilasciato un attestato di partecipazione, che conserverete, a dimostrazione del vostro aggiornamento 2019.