Viaggio Studio in Langa

Viaggio Studio in Langa

Viaggio alla scoperta di un territorio unico patrimonio Unesco - venerdi’ – sabato – domenica 18 – 19 - 20 novembre 2022

INFORMAZIONI

Sondrio

dal Venerdì 18 Novembre 2022 al Domenica 20 Novembre 2022

Langhe,

Per informazioni
Telefono: 335 7357380
E-mail: elia.bolandrini@aissondrio.it

Dopo lo stop imposto dalla pandemia, finalmente ripartiamo e questa volta si va nelle Langhe.

Il solo nome è evocativo di territori collinari nebbiosi, di terre particolarmente vocate al vino. Anche il periodo prescelto è quello che più sa coniugare la bellezza del paesaggio autunnale con la visita delle cantine del territorio e la degustazione.

Patrimonio dell’Unesco, il territorio delle Langhe è una zona suggestiva assolutamente da visitare e non solo per i suoi rinomati e pregiati vini. Paesaggi da cartolina, una buona cucina e piccoli borghi … tutto questo e molto di più si nasconde nelle dolci colline delle Langhe.

Fiore all’occhiello della provincia piemontese di Cuneo, le Langhe sono situate ai piedi delle Alpi Liguri e si protraggono fino al confine con il Roero, astigiano e Monferrato. Colline pettinate da vigneti che cambiano continuamente colore, forma e armonia a seconda del periodo, custodiscono autentiche eccellenze: dal vino al tartufo senza tralasciare le nocciole e numerosi piatti tipici della tradizione piemontese come i tajarin, i ravioli del plin e molto altro.

Alba è la capitale, riconosciuta nel 2017 dall’UNESCO come Città creativa per la Gastronomia, ma sono molti i borghi da ricordare come Barolo, Serralunga d’Alba, Monforte d’Alba, che andremo a toccare con la nostra gita.

 

PROGRAMMA:

 

Primo giorno – venerdì 18 novembre 2022

  • partenza di prima mattina con il pullman da Tirano, raccolta dei partecipanti lungo il percorso e arrivo a La Morra in tarda mattinata;

 

La Morra

Il paesino de La Morra è sicuramente tra i luoghi imperdibili da visitare nelle Langhe, perché dal suo Belvedere il panorama sulle colline è spettacolare. Una passeggiata tra le sue vie caratteristiche, la sua piazza con la terrazza sui vigneti, una pausa in uno dei ristoranti tipici della zona e poi da qui si va alla scoperta di due luoghi iconici: la Cappella del Barolo, con i suoi colori sgargianti e il “cedro del Libano”, situato sulla sommità della collina immerso nella quiete dei filari.

 

  • visita alla Cantina Marrone e, a seguire, pranzo presso la cantina stessa con degustazione di vini (4 antipasti - primo/secondo + degustazione di 5 vini – incluso il Barolo);
  • nel pomeriggio trasferimento a Monforte d'Alba per una passeggiata nel borgo

Monforte d’Alba

Una delle mete più visitate nel cuore delle Langhe è Monforte d’Alba, una graziosa cittadina con una piazza centrale e piccole vie che si diramano in salita e che conducono a paesaggi sulle colline. Sicuramente è il borgo più “mondano”, e sono tanti gli eventi in cartellone che si svolgono ogni anno come “Monforte in Jazz”.

  • verso metà-tardo pomeriggio, visita della Cantina Pressenda e degustazione “didattica” dei loro vini;
  • cena presso La Torricella - Cantina Pressenda (2 Antipasti, 1 primo, 1 secondo con contorno, dessert - Vini: Langhe Chardonnay e Dolcetto d’Alba di Diego Pressenda );
  • al termine trasferimento a Cherasco – pernottamento presso l'Hotel 4* “B&B Hotel Cherasco Langhe”.

 

Cherasco

Se Alba è nota per il tartufo, Cherasco è la patria delle lumache. A differenza degli altri borghi immersi tra filari e colline, Cherasco è più decentrata ed è decisamente più grande. Gallerie d’arte e negozi di antiquariato costellano questo piccolo borgo. Qui si svolge ogni anno il famoso mercatino dell’Antiquariato con bancarelle sparse per tutta la città. Oltre ai tanti ristoranti rinomati dove degustare i piatti tipici e le famose lumache, la città di Cherasco offre anche tante bellezze architettoniche che vale la pena di inserire in un itinerario alla scoperta delle Langhe.

 

Secondo giorno – sabato 19 novembre 2022

  • dopo la colazione in hotel, trasferimento a Barolo, con passeggiata nel borgo e visita al WiMu (Museo del Vino presso il Castello di Barolo);

 

Barolo

Barolo è il cuore delle Langhe, famoso in tutto il mondo per l’omonimo vino che qui è il protagonista.

Il piccolo borgo si raggiunge percorrendo strade che costeggiano i vigneti, tra colline e scenari che meritano una sosta per alcuni scatti fotografici. Barolo è una piacevole cittadina, con le sue enoteche dove degustare il pregiato vino, la visita alle storiche cantine vinicole e la possibilità di ammirare il Castello Faletti di Barolo posto sulla sommità del borgo da cui si gode di una vista scenografica incredibile. Al suo interno si può visitare il Wi-Mu, museo del vino, e proprio davanti si può visitare il piccolo museo dei Cavatappi, molto curioso.

 

  • trasferimento a Serralunga d'Alba presso la Cantina “Fontanafredda” per il pranzo all'Osteria Disguido e, nel pomeriggio, visita alle cantine e al “Villaggio Narrante Fontanafredda” con degustazione finale di vini (Alta Langa Docg Vigna Gatinera Brut Nature 2018; Pietra Magica Langhe Rosso Doc 2019; Barolo La Rosa Docg 2016);
  • a seguire trasferimento ad Alba - la Capitale delle Langhe - per una passeggiata nel centro storico;

 

Alba

Impossibile non citare Alba, capitale delle Langhe e sicuramente un luogo da cui partire per andare alla scoperta di queste zone. Piacevole cittadina, con un centro molto animato, Alba è famosa in tutto il mondo perché qui si svolge ogni anno, da ottobre a novembre, la Fiera del Tartufo, il pregiato tubero che viene poi battuto all’asta per cifre incredibili.

  • rientro a Cherasco per la cena presso il ristorante “La Porta delle Langhe” (annesso all'hotel) e pernottamento.

Terzo giorno – domenica 20 novembre 2022

  • dopo la colazione in hotel, check-out e trasferimento a Canelli per la visita con degustazione presso la “Cantina Contratto”, una delle storiche “Cattedrali Sotterranee”, riconosciuta Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO;
  • a seguire pranzo presso un ristorante tipico della zona;
  • nel pomeriggio partenza per il rientro in serata presso le singole destinazioni.

 

QUOTA INDICATIVA DI PARTECIPAZIONE:

La quota di partecipazione è stata calcolata sul numero minimo di 15 partecipanti, ma ovviamente è soggetta a un notevole ribasso qualora il numero dei partecipanti fosse superiore:

quota individuale in camera singola: euro 520,00 circa;

quota individuale in camera doppia: euro 500,00 circa.

 

La quota comprende:

 

  • viaggio andata/ritorno da Tirano con pullman;
  • 2 pernottamenti con prima colazione in hotel 4* a Cherasco;
  • visita con degustazione e pranzo in cantina a La Morra (Marrone);
  • visita con degustazione e cena in cantina a Monforte d’Alba (Pressenda – La Torricella);
  • visita al WiMu – Castello di Barolo;
  • pranzo e visita al “Villaggio Narrante Fontanafredda” con degustazione;
  • cena presso il ristorante “La Porta delle Langhe” a Cherasco;
  • visita e degustazione presso “Cattedrale Sotterranea” UNESCO (Contratto) a Canelli;
  • pranzo in ristorante Canelli/dintorni

 

La quota non comprende:

  • tassa di soggiorno: euro 1,50 per persona al giorno (da pagare in loco);
  • assicurazione medico/bagaglio (su richiesta).

 

Data la necessità di sapere quanto prima il numero dei partecipanti per definire la quota di partecipazione effettiva, dettagli orari di partenza e luoghi, chiediamo a tutti gli interessati di farci sapereentro il 13 ottobre 2022- scrivendo a elia.bolandrini@aissondrio.it – i seguenti dati:

 

- nome e cognome del partecipante;

- tipologia di camera (singola o doppia);

- luogo prescelto per la salita/discesa del pullman;

- numero di telefono e mail per comunicazioni.

 

quando riceveremo le iscrizioni (ogni socio può portare un accompagnatore), pubblicheremo anche sul sito i dettagli mancanti con le tempistiche e modalità di pagamento