Ais Milano | Io sono naturale

News
21 maggio 2015

Ais Milano | Io sono naturale

Martedì 9 giugno, Ais Milano organizza una serata dedicata a quattro cantine e alla loro produzione di vini "naturali". Emidio Pepe, La Stoppa, Dettori, Nino Barraco.

Ais Milano

Ais Milano - Io sono naturale

Emidio Pepe

Alla fine dell’Ottocento Emidio Pepe, nonno dell’attuale omonimo, trovò nelle colline toranesi il terroir ideale per i due principali vitigni abruzzesi. 
Nel 1944 suo figlio Giuseppe era già conosciuto in zona per la bontà del suo vino sfuso. Vent’anni dopo toccò al nipote, oggi conosciuto come “Ustì”, ereditare la terra e le conoscenze per elevare il Trebbiano ed il Montepulciano alla prova della bottiglia. 
Il marchio “Pepe” è divenuto simbolo di espressione territoriale e longevità, grazie all’empirica ed instancabile attività di Emidio e di sua moglie Rosa. Negli anni si è conservata una conduzione familiare, senza mai dimenticare le tradizioni ed il saper fare del passato. 
Da tempo le figlie Daniela e Sofia, con il contributo della nipote Chiara, stanno mettendo in pratica i segreti appresi dai genitori, per mantenere intatto il patrimonio naturale dell’azienda che oggi dispone di 15 ettari coltivati secondo le tecniche dell’agricoltura biologica e biodinamica.

La Stoppa

Un'azienda antica che con i suoi vigneti si arrampica solitaria sui declivi della val Trebbiola, non lontano dal fiume Trebbia, in provincia di Piacenza. 
58 ettari, 28 destinati a boschi e querce, castagni e robinie e 30 a vigna, tutti accorpati e dominati da una torre di impianto medievale. 
Più di cento anni fa, il suo precedente proprietario, avvocato Ageno, vi piantò viti francesi e produsse vini dai nomi significativi ed un po' curiosi perché italianizzati: Bordò, Bordò bianco e Pinò. 
Nel 1973 La Stoppa fu acquistata dalla famiglia Pantaleoni, che in poco tempo razionalizzò gli impianti e rinnovò la cantina. 
Oggi l'azienda è condotta da Elena Pantaleoni, che insieme a Giulio Armani ha voluto che i maggiori investimenti fossero destinati alla vigna, gestita secondo il metodo biologico e certificato dall'Ente Suolo e Salute. 
Le basse rese naturali, dovute all'età media delle viti e al terreno povero, e la qualità intrinseca dei grappoli permettono di ricavare vini assai caratterizzati, nati in vigna e non traditi da un eccessivo lavoro in cantina. 

Dettori

“Se essere Homo Sapiens Sapiens significa guardare ma non osservare, mangiare ma non gustare, sentire ma non ascoltare, “fiutare un odore” e non annusare… allora sono fiero di essere Homo Sapiens e basta. 
Mi sento animale alla pari con gli altri animali. 
Parte del pianeta Terra e dell’Universo. 
Voglio essere animale con la minima razionalita? indispensabile alla mia liberta?. 
Per questo faccio il vino… e? il metodo che conosco per farmi sentire quello che sono: istintivamente animale”. 
“Io non seguo il mercato, produco vini che piacciono a me, vini del mio territorio, vini di Sennori. 
Sono cio? che sono e non cio? che vuoi che siano”.
Alessandro Dettori

Nino Barraco

Il carattere artigianale dell'azienda è garantito dalle sue piccolissime dimensioni e dal controllo esclusivo, da parte del solo produttore, delle fondamentali pratiche agronomiche ed enologiche. 
Questa condizione permette continue ricerche e sperimentazioni finalizzate al raggiungimento di una interpretazione del vino sempre più fedele al luogo, al microclima e all'esperienza umana che lo producono. 
"L'idea aziendale non è quella di un vino "perfetto", ma di un vino riconoscibile per la sua personalità, in cui le note dissonanti partecipano prepotentemente alla caratterizzazione dello stesso. Per raggiungere tale obiettivo si evita accuratamente l'omologazione apportata dall'intervento di tecnici, affidandosi alla complessità e variabilità della natura."

Vini in degustazione

Nino Barraco: Catarratto 2013 e Zibibbo 2012

La Stoppa: Ageno 2011 (Igt Emilia Bianco) e Vigna del Volta 2008 (Igt Emilia Malvasia Passito).

Emidio Pepe: Trebbiano 2013 e Montepulciano 2011

Dettori: Dettori Bianco 2013 e Tenores 2010.

Informazioni e Prenotazioni

AIS Milano
Per informazionieventi@aismilano.it 
Per prenotazioni: utilizzare il sistema di prenotazione on-line

Data
Martedì 9 giugno 2015 - ore 21.00

Sede

Hotel The Westin Palace
Piazza della Repubblica 20, Milano

Quota di partecipazione 
Soci AIS: 30 €

Questo evento partecipa alla promozione AISMilano Card

Le prenotazioni sono aperte dal giorno 18 maggio 2015.
Per prenotare è necessario utilizzare il sistema di prenotazioni on-line

L'evento è riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale.
La prenotazione è obbligatoria e impegnativa.

Clicca sul tasto per accedere al sistema di prenotazione
Prenotazioni on-line