Degustazione studio alle cieca

Organizzata da Ais Mantova abbiamo realizzato un’altra bella serata all’insegna della qualità dei vini e dell’approfondimento culturale.

Ais Mantova

La degustazione si è aperta, in modo del tutto inaspettato, con un vino proveniente dagli Stati Uniti e precisamente dallo Stato di New York, zona di Rochester: CALA LARGA LILAC (vitigni cayuga e cornell)

A seguire:  

  • Franciacorta Docg Bellavista Gran Cuvèe Satèn
  • Syrah de le Chevalier 2008 – syrah in purezza – dal sud della Francia (Berzier)
  • Insolio del Cinghiale IGT Toscana 2008 Campo di Sasso – Sangiovese e cabernet
  • Villa Gresti 2005 – Tenuta San Leonardo TN – Merlot in purezza 
  • Corte di Cama Valtellina Superiore Prevostini 1999 – Nebbiolo 100% in parte appassito 
  • Trevigne Barbera d’Alba Doc Riserva 2006 Domenico Clerico
  • Vigna Cateratte 2006 Fontana Vecchia – Aglianico
  • Flaccinello della Pieve 2004 Fontodi Panzano – Sangiovese 100%
  • Amarone della Valpolicella Campomasua Riserva 2005 – Venturini

Sono stati tutti vini entusiasmanti pur nello loro diverse caratteristiche. 

Il merlot di Villa Gresti (ottimo in abbinamento con le pietanze proposte), il nebbiolo della Valtellina (indimenticabile nei profumi e nella persistenza) e l’Aglianico sono quelli apprezzati meglio soprattutto in funzione dell’abbinamento. Hanno spiccato su tutti anche il Flaccianelo e l’Amarone. Lo shiraz è invece apparso meno convincente.

Di fronte a questi grandi rossi, il Franciacorta è apparso un poco sottotono ma avrà modo di rifarsi sicuramente in una competizione più adatta alle sue eccelse qualità e finezze.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessaria la registrazione.
Se ancora non l'hai fatto puoi registrati cliccando qui oppure accedi al tuo account cliccando qui

I commenti dei lettori